Psicologia

TIROCINIO DI ABILITAZIONE ALLA PROFESSIONE DI PSICOLOGO

Il tirocinio post-laurea in psicologia, necessario per abilitarsi, vede numerosi problemi legati in primis al riconoscimento della figura del tirocinante.

Il problema centrale riguarda il fatto che durante l’anno del tirocinio, i tirocinanti non vengono riconosciuti nè come studenti, nè come lavoratori, non avendo l’accesso ai servizi al dsu, nè un rimborso spese per il lavoro che viene svolto durante il tirocinio che risulta essere vero e proprio lavoro di cura. Lavoro che non solo non riceve compenso ma che può mettere in pericolo il tirocinante stesso e i pazienti nel momento in cui non si abbiano le competenze di gestire alcune situazioni.

Chiediamo quindi:

  • La possibilità di accedere ai servizi del diritto allo studio universitario, riconoscendo, anche in questo modo, il ruolo formativo del tirocinio post-laurea, richiedendo dunque l’accesso alle borse di studio, alle residenze, alle mense, alle biblioteche ecc
  • Rimborso spese che sia una vera e propria borsa di studio per il tirocinante di psicologia, simile alla borsa di specializzazione in medicina
  • Sicurezza e tutoraggio nei tirocini
  • La necessità che il tirocinio, che ad oggi risulta essere uno dei momenti centrali della formazione dello psicologo, sia realmente formativo.