Edilizia universitaria

  • Home
  • /
  • Edilizia universitaria

EDILIZIA UNIVERSITARIA

Negli ultimi anni abbiamo visto sempre più i problemi dei nostri poli universitari aumentare in maniera persistente.

Nella nostra idea di università, che crediamo debba essere completamente pubblica e finanziata dallo Stato, crediamo sia necessario anche un sostegno diretto esclusivo rispetto all’edilizia universitaria.

Avere un numero adeguato di aule studio per permettere a chiunque voglia di poter studiare senza stratagemmi particolari per mantenersi il posto, avere un ambiente salubre ed accogliente in cui poter vivere i momenti didattici e poter disporre di luoghi per la socializzazione tra studenti e non, sono condizioni minime di cui un’Università dovrebbe dotarsi per migliorare la vita di ogni studente.

Al momento attuale la manutenzione e la costruzione dei nostri poli sono nel migliore dei casi a carico del Fondo di Finanziamento ordinario ma sono iniziati ad apparire casi in cui, come nel caso dell’Università di Torino con Burger King, sono direttamente finanziati da privati.

I poli universitari non devono essere vissuti solo per le lezioni e lo studio ma devono essere sempre attraversabili e vissuti, anche nelle ore serali e notturne al fine di fungere da spazi di aggregazione.

Noi crediamo sia necessario:

  • Un piano di investimenti straordinario da 1 miliardo all’anno per farla finita con l’epoca delle emergenze per quanto riguarda manutenzione e nuovi poli
  • Un fondo da 500 milioni per finanziare i progetti che i vari atenei sottoporranno al ministero, come era previsto fino a dieci anni fa.
  • Un piano di riutilizzo delle proprietà pubbliche non più usate che preveda la cessione gratuita agli atenei