LE NOSTRE IDEE

Diritto allo studio

Il diritto allo studio è un pilastro fondamentale per poter permettere a tutti gli studenti di poter studiare. Senza delle reali misure di supporto economico, l’università sarebbe un luogo per pochi!

Ambiente

I report scientifici dell’ultimo anno sul cambiamento climatico hanno evidenziato più che mai la necessità di un cambiamento profondo del sistema in cui viviamo, che è stato reclamato da milioni di giovani nelle piazze di tutto il mondo.
Riteniamo che l’Università debba avere un ruolo fondamentale in questo cambiamento: ciò che si insegna e ciò che si ricerca all’interno dei nostri atenei deve essere in grado di realizzare un mondo differente, sostenibile sia dal punto di vista ambientale che sociale.

Tassazione studentesca

Negli ultimi anni abbiamo rivendicato la gratuità dell’università, per permettere a tutti di poter accedere ai più alti gradi dell’istruzione senza impedimenti di tipo economico.
Questo non è impossibile e può avverarsi attraverso una graduale ridefinizione della tassazione studentesca! Come?

Accesso all'insegnamento

Negli ultimi anni in cui continuamente ci sono stati cambiamenti nella modalità di accesso alla professione di insegnante, ci battiamo per una formazione reale e non uno sfruttamento dei futuri docenti, con la completa accessibilità dei percorsi. Leggi le nostre proposte.

Cittadinanza studentesca

I processi di trasformazione delle città continuano a modificare gli assetti urbanistici e sociali, portando ad un divario sempre più netto e ad un aumento evidente di diseguaglianze e ghettizzazioni, creando tra gli spazi urbani e suburbani, tra centro e periferie dei veri e propri rapporti di potere e dipendenza. Vogliamo partecipare ed incidere nelle scelte, per costruire città e quartieri a nostra misura. Siamo parte attiva e fondamentale delle città in cui abitiamo e vogliamo determinarne i processi e le discussioni in agenda politica.

Tirocini

Con l’inchiesta “Formazione Precaria”,che lo scorso autunno ha coinvolto migliaia di studenti e studentesse in tutta Italia, abbiamo portato alla luce la grave situazione in cui versano gli studenti in tirocinio curriculare, costretti spesso a formarsi senza garanzie di diritti minimi che dovrebbero tutelarli da comprovate violazioni e abusi

Didattica e valutazione

Pensiamo che l’attività didattica, primo compito di ogni università, vada radicalmente ripensata e superata. Crediamo che le semplici lezioni frontali non siano bastevoli a garantirci

AREA MEDICA

Troppo spesso il ragionamento sul percorso formativo degli studenti di medicina e sul post laurea in ambito medico è stato affrontato seguendo da un lato un approccio molto corporativonti dall’altro inseguendo la chimera della sostenibilità economica

Nessuno escluso

L’università deve essere il luogo dove ognuno deve poter esprimere il proprio essere, senza paura di discriminazioni, soprattutto di tipo formale. Chiediamo che le università riconosca la pluralità degli studenti che la popolano, riscrivendo prassi burocratiche e facilitando il riconoscimento delle soggettività.

Accoglienza migranti

Crediamo che la formazione possa e debba essere uno degli strumenti d’accoglienza e integrazione degna, per questo richiedenti asilo e soggetti migranti devono poter accedere all’Università senza alcuna restrizione.

Edilizia

Negli ultimi anni abbiamo visto sempre più i problemi dei nostri poli universitari aumentare in maniera persistente. Mai più aule strapiene e tetti che ci cadono addosso alla prima ondata di mal tempo: leggi qui le nostre proposte per spazi ed edilizia a misura di studente.

Dottorato di ricerca

La situazione della ricerca e del dottorato ci consegna un Paese arretrato nella volontà di vedere nella conoscenza continua uno strumento per lo sviluppo. Per tanti di noi che nel futuro vorranno intraprendere il percorso accademico al momento la situazione è tragica: quali le nostre proposte per migliorare questa condizione non per pochi, ma per tutti.

Numero chiuso

gni anno tante e tanti vengono esclusi dai percorsi formativi per carenza di spazi e docenti e per una logica meritocratica che punta ad escludere gli studenti, mettendoli in competizione tra loro. Inoltre, il tasso di laureati è tra i più bassi in Europa. Le nostre proposte per superare il numero chiuso.

Antifascismo

L'Università che prende posizione deve schierarsi contro chi prova dai bisogni delle persone ad innescate odio e violenza. Dalla memoria come strumento di lotta nel presente.

Disabilità

Molti edifici universitari sono inaccessibili, pieni di barriere architettoniche che impediscono agli studenti di fruire degli spazi e di vivere appieno l’Università. Nessuno ostacolo, nessuna barriera all'accesso per gli studenti con disabilita.

Terza missione

L'Università ha un ruolo centrale nello sviluppo del Paese e del territorio in cui si inserisce. Quale il ruolo degli studenti? Come si può modificare la realtà partendo dalle nostre aule? Come restituire un futuro al Sud partendo dalla Conoscenza?

Partecipazione

Mai più soggetti passivi! Le studentesse e gli studenti sono parte integrante della comunità accademica, motore delle nostre università e per questo crediamo che non debbano essere esclusi dai processi decisionali, troppo spesso calati dall’alto.

Antimafia

La lotta alle mafie, partendo dalle basi su cui esse si sviluppano, non può essere delegata esclusivamente ai processi giudiziari, ma deve partire dai luoghi della formazione basandosi sulla conoscenza e sull'impegno della cittadinanza tutta.

Internazionalizzazione

In una società interculturale, la conoscenza delle altre culture diviene fondamentale. Per questo l``Erasmus non può essere un privilegio, ma una possibilità per tutte e tutti.

Finanziamenti

Negli ultimi anni abbimo assistito ad un continuo sotto finanziamento dell'Università ed in particolare a metodi di distribuzione degli stessi che ledevano gli atenei più piccoli e bisognosi, creando disuguaglianze e Atenei di serie A e di serie B.

Sportelli psicologici

Le Università, sono chiaramente inserite all’interno del contesto politico, economico, sociale e culturale in cui viviamo: di conseguenza, ne rispecchiano le principali caratteristiche sotto ogni punto di vista, anche in termini psicologici.

Studente lavoratore

Lo studente lavoratore è una categoria che necessita di una particolare attenzione da parte dei nostri atenei, nonché di una disciplina speciale, a causa della situazione in cui versano questi studenti.

Giuristi

Il corso di studi in giurisprudenza vive di una serie di peculiarità che rendono singolare il percorso formativo e l’accesso alle professioni difficile. Pensiamo si necessario intervenire sulla didattica e sul post laurea, per non creare dei corsi eccessivamente professionalizzanti

PSICOLOGIA

Il tirocinio post-laurea in psicologia, necessario per abilitarsi, vede numerosi problemi legati in primis al riconoscimento della figura del tirocinante e non ha alcun tipo di tutela in termini di diritto allo studio e garanzie. Ecco cosa chiediamo

Beni culturali

In questi anni abbiamo assistito alla continua marginalizzazione della cultura, che ha conseguenze negative sempre più profonde anche sugli Istituti di formazione e di ricerca. +

Professioni sanitarie

Nel caso delle professioni sanitarie, i tirocini vengono a configurarsi in maniera evidente come uno sfruttamento vero e proprio. È necessario agire sulla didattica e assegnare una borsa servizi, sulla scia dell'esempio toscano, per permettere a tutte e tutti di poter avere una garanzia economica nello svolgimento del tirocinio stesso per i vari servizi necessari.

Riforma dell'organo

Da sempre chiediamo che il Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari sia maggiormente rappresentativo e abbia una funzione ancora più vincolante per le decisioni in materia universitaria. Leggi le nostre proposte.